E’ in corso un’accelerazione verso la catastrofe, non si può più fare finta di niente.

Certe volte basta estraniarsi un poco dal contesto che ci circonda,
lasciando che i pensieri abbiano libero corso, senza filtri,
per vedere chiaramente quello che ci sta accadendo e che, nostro malgrado, stiamo subendo.

uragano-javier-messico“Se la natura non la difendiamo noi si difenderà da sola” questa famosa frase ambientalista è oggi più che mai attuale, basti pensare alle migliaia di ettari di parchi e boschi che nel nostro paese sono andati distrutti a causa di incendi appiccati dolosamente.

Se il clima cambia perchè è naturale che ciò accada nell’evoluzione del pianeta Terra (al cui confronto, in proporzione all’Universo, un granellino di sabbia è gigantesco) non possiamo che accettarlo e dominare, per quanto possibile, il cambiamento.
Se invece l’uomo diventa parte in causa determinando un’accelerazione nel cambiamento, a scapito delle generazioni future, per ottenere un effimero beneficio nell’immediato, allora si macchia di peccati orrendi contro l’Umanità intera.
Leggiamo in questi giorni che si è deciso di deforestare un’area dell’Amazzonia (polmone verde del nostro pianeta) grande quanto la Danimarca, circa 45000 km quadrati, per poterla sfruttare senza limiti.

Sempre in questi giorni stiamo assistendo alla potenza devastatrice dell’uragano Harvey che al momento ha già fatto 30 vittime, centinaia di migliaia di sfollati (di questi 30000 hanno perso tutto) e 500000 auto distrutte, dal Presidente Trump è stato definito “disastro di dimensioni epiche e senza precedenti”.
30 miliardi di dollari di danni oltre agli anni che ci vorranno per tornare alla normalità, semprechè nel frattempo non si verifichino altri eventi simili.

Sulle nostre coste, prima sul Tirreno e poi sull’Adriatico si sono abbattute trombe d’aria .. eventi atmosferici mai verificatesi non almeno con questa intensità e frequenza.
Poi ci sono le guerre … non si può far finta di non sapere cosa accade in Libia, Siria, Iraq, Yemen, Birmania e in tanti altri luoghi del mondo che non “godono” di risalto sulla stampa internazionale.

Il terrorismo che insanguina le città facendo vittime innocenti, togliendo figli alle madri .. anche a quelle dei terroristi stessi che finiscono sempre con l’essere uccisi.
C’è poi chi minaccia di lanciare testate atomiche ed altri che pensano di utilizzarle per primi perchè in fondo dopo 70 anni (e tante celebrazioni per ricordare le vittime di Hiroscima e Nagasaki) a qualcuno sta tornando la voglia di vederne gli effetti.
Probabilmente il potere finanziario insano sta alla base di tutto, perchè dove c’è qualcuno che perde c’è qualcun altro che guadagna; perchè dove si distrugge poi bisogna ricostruire, perchè per fare le guerre bisogna produrre (e vendere) le armi.
Quanto è piccolo l’uomo e quanto non capisce la sua piccolezza e quanto sia limitato il suo tempo; tutti dovremo lasciare questo mondo senza portare con noi niente di fisico.
Come ho scritto nel libro “In Cammino con Giulio seguendo Gesù” quando ci risveglieremo alla nuova e vera vita sarà la nostra anima immortale a pagare per le nostre azioni terrene o ad essere premiata per essere stata nutrita dalla coscienza che, nel corso della vita terrena non smette mai di indicarci la strada maestra.
Oggi, ed i fatti ce lo dimostrano, tanti uomini hanno smesso, se mai l’hanno fatto, di ascoltare la loro coscienza, sostituendo Dio con l’io.

In un recente messaggio lasciato a Giulio Massa la Vergine del Rosario ha chiesto preghiere per attenuare parte di quanto sta accadendo nei continenti di questo granellino di sabbia che è la terra; affermando che le Sue lacrimazioni, che si verificano in varie parti del mondo, avvengono a causa della cecità di una parte dell’umanità che, in spregio della Fede, sta logorando il mondo senza alcuna remora neanche davanti a bambini ed innocenti.