Lettera da Fuorigrotta: ”ricordare i messaggi della Mamma Celeste dati a Pedro Regis ad Anguera”.

Oggetto:
…Gigante di Cuma

Buongiorno,
con riferimento al messaggio della Mamma Celeste, dato per mezzo di Giulio per avvisarci della possibile eruzione dei campi flegrei, voglio condividere altre 2 profezie su Napoli date a Pedro Regis ad Anguera sempre dalla Mamma Celeste.

Nel secondo messaggio inoltre, a mio insignificante parere, leggo chiaramente ciò che da qualche anno e negli ultimi giorni sta accadendo per mano dell’isis.

…………………………………………….

Madonna di AngueraDi seguito i due messaggi:

13.12.2005
Cari figli, amate la Verità, perché solo per mezzo della Verità l’umanità troverà la vera pace. Vi invito a vivere nella Grazia e nell’Amore di Dio. L’umanità si è allontanata da Dio e si è contaminata con il peccato. Pentitevi in fretta. Dio vi attende con immenso amore di Padre. Napoli vivrà l’angoscia di un condannato. Il fiume dolce sarà contaminato e i miei poveri figli conosceranno una grande sofferenza. Pregate. Io sono vostra Madre e sono al vostro fianco. Non restate con le mani in mano. Avanti con coraggio. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

12 marzo 2011

Cari figli, sono vostra Madre Addolorata. Soffro a causa delle sofferenze dei miei poveri figli e vi chiedo di continuare saldi nella preghiera. Vedrete ancora orrori sulla terra. Inginocchiatevi in preghiera. Dio ha fretta e questo è il momento del vostro ritorno. Non state con le mani in mano. La morte attraverserà diversi Paesi dell’Europa e la distruzione sarà grande. Ecco il tempo delle grandi tribolazioni per l’umanità. Cercate forza in Gesù. Vivete nel tempo dei dolori. La Cina berrà il calice amaro del dolore. Si vedrà una grande devastazione. Napoli chiederà aiuto. Pregate, pregate, pregate. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

 

Giuseppe